Viva la MUSICA: il programma completo di oggi, per festeggiare il solsistizio d’estate

Festa-della-Musica

Oltre 250 le adesioni ricevute sul sito www.festadellamusicaroma.it alla mezzanotte del 19 giugno, data ultima per poter aderire alla manifestazione. Online il programma di appuntamenti, improvvisazioni e performance organizzati da cittadini, associazioni e istituzioni. La manifestazione si compone di eventi ospitati in piazze, parchi, strade, accademie, ambasciate, biblioteche, centri anziani, scuole, carceri, librerie, teatri, istituti di cultura, ospedali, centri sportivi e locali, con musicisti professionisti e amatoriali. Così Roma quest’anno accoglie e rafforza lo spirito della prima Festa lanciata in Francia nel 1982 dall’allora Ministro della Cultura Jack Lang: permettere alla musica di invadere le strade della città, dalla periferia al centro ed essere insieme occasione e veicolo di relazioni umane. Oltre all’adesione di enti e istituzioni pubbliche e private, quest’anno i cittadini avranno la possibilità di fare musica in città, per trasformare la festa di inizio estate in una importante occasione di partecipazione e collaborazione.

Dalle 19.30 alle 24 il Love Bus Party uno speciale autobus di due piani porterà in giro per la città da piazzale S. Giovanni Bosco a San Lorenzo una superband formata da artisti di strada, fiati e percussionisti (a cura di Ex Dogana).

In questa 32ima edizione europea, Roma festeggia il solstizio d’estate con una manifestazione partecipata, spontanea e gratuita promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale insieme al Dipartimento Attività Culturali di Roma Capitale in collaborazione con MiBACT, SIAE e ATAC S.p.A. e Roma Servizi per la Mobilità e con la comunicazione di Zètema Progetto Cultura. Il programma completo è su www.festadellamusicaroma.it

 

ALCUNI EVENTI IN PROGRAMMA

 

MUSICA PER STRADA

 

“Concerto per la Pace”

Ore 18.00 – Ara Pacis

Beyond Borders Ensemble è un gruppo formato da cinque musicisti provenienti da diversi paesi – Algeria, Corea del Sud e Italia – e di differenti religioni, uniti nel nome della musica. L’idea del progetto è quella di esprimere culture diverse attraverso il linguaggio plurale ed universale della musica.

A cura di Ambasciata della Repubblica Algerina Democratica e Popolare in Italia

 

“For Gershwin Duo”

Ore 18.00 – 18.30 – Area antistante il Botteghino del Teatro Argentina

Il Duo De Angelis Raponi (Daniele De Angelis al contrabbasso e Danilo Raponi al sax tenore) propongono alcune delle composizioni più famose di George Gershwin, il musicista americano che ha scritto pagine indimenticabili della musica del primo Novecento.

A cura di Teatro di Roma

 

“Sweetwater Jazz Band”

Ore 18.00 – 20.00 – 22.00 – Palazzo delle Esposizioni

La “Sweetwater Jazz Band”, diretta dal M° Michael Supnick, è dedicata a Louis Armstrong, si ispira allo stile delle piccole orchestre che si incontravano nelle strade di New Orleans.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

A cura di Azienda Speciale Palaexpo

 

“Architettura in Musica”

Ore 18.00 – 24.00 – Dipartimento di Architettura – Roma Tre

L’idea guida dell’evento è quella di coinvolgere studenti e professori dell’Ateneo in una sorta di street music organizzata facendoli esibire separatamente e in contemporanea lungo i percorsi interni dell’ex Mattatoio di Testaccio, sede del Dipartimento di Architettura di Roma Tre.

A cura del Dipartimento di Architettura della Università degli Studi Roma Tre.

 

“Rock & NewsPaper”

Ore 20.00 – 23.00 – via Tino Buazzelli, 63

Durockers è un gruppo amatoriale di sei amici che fa cover rock e suona insieme da 20 anni. Uno dei componenti è il proprietario dell’edicola davanti cui si suonerà.

 

“Senza casse

Ore 21.00 – 23.00 – Via delle Sette Chiese. Davanti alla Esedra residenziale dell’Architetto A. Vicario 

L’evento si svolge in contemporanea con la apertura nella Galleria Embrice di una mostra dedicata all’artista Giapponese Tatsuo Uemon Ikeda, a partire dalle ore 19.

Cinque Professionisti Flauti dilettanti : Sinfonia per un Addio (Rondò veneziano); Canone in re maggiore (Pachelbel); Aria sulla quarta corda (Bach); Hungarian dance (Bach); The entertainer (Joplin); allegro suonata e piano N16 in do mi( Mozart ).

A cura di Embrice 2030, I capelli raccontano, AA2, Conceptio in Itinere.

 

“La maggioranza approva”

Dalle 22.00 alle 24.00 – Santa Maria in Trastevere

Musiche originali e cover della band degli Amministratori di Condominio.

In collaborazione con Anaci.

Per altre informazioni: www.festadellamusica.beniculturali.it

 

Mercato in Musica

18.00-22.00 – Mercato Nomentano, Piazza Alessandria

Musica Rock Pop, con menù di aperitivi e street food, organizzati dagli operatori del Mercato Nomentano

 

Cor Pigneto Live Set

18.00-22.00 – Cortile Biblioteca Goffredo Mameli, Via del Pigneto

La corte della biblioteca G.Mameli, ospita la jam session LIBERA di Radio Base 95. A seguire dj set. A disposizione di chi vorrà suonare:1 basso, 1 chitarra elettrica, 1 mic, un piano elettrico.

 

GIOVANI CANTAUTORI

 

“Festa del Parco della Musica Castrense”

Ore 18.00-21.30  – Viale Castrense 45

Vladimiro Modolo, Andrea Orchi, Mi manda chiunque, Laser Cobra, Agnese, Francesco Ciancio, Banda Scup, Coro della Scuola Di Donato: cantautori e giovani musicisti romani si esibiscono in Viale Castrense 45 per la Festa della Musica di Roma.

Saranno organizzati anche giochi, laboratori e gare sportive per bambini.

A cura di Comitato Villa Fiorelli

 

“Quisisuona”

Ore 18.30 – 23.30 – Giardini pubblici Piazza Manila

Diamo una piazza e un palco a tre fresche formazioni romane. Spazieremo dal cool jazz di Delogoo, Loddo & Peas (chitarra, contrabbasso e vibrafono) ai motivi senza tempo riproposti dai Sinaltra in chiave bossa e new soul al repertorio pop vocal jazz del Tahnee Rodriguez Quintet.

A cura di TreeBar Roma – Treebù S.r.l.

 

“La Femme / Cosmo – palco franco-italiano”

Ore 21.00-23.30 – Piazza Farnese

A Roma, nell’esclusiva cornice di Piazza Farnese, si svolgerà il concerto che celebra l’arrivo del’Estate con la festa Europea della Musica. Concerto in diretta su Radio2.

A cura di Ambasciata di Francia/Institut français Italia

 

“Lucy Rose”

Ore 21.00 – 24.00 – Il Giardino di Monk c/o Monk

“Something’s changing” in Lucy Rose. La cantautrice ventottenne inglese per il suo nuovo album ha voluto violare ogni conformità e spingersi oltre i propri confini emotivi.
Ingresso libero. Vi informiamo che per l’ingresso è prevista la tessera.

A cura di Monk

 

 “BdB”

Ore 22.30-24.00 – Fennel Factory

Nella loro fase creativa i bdb cercano di liberarsi dagli stereotipi musicali, mainstream o alternativi che siano, cercando di creare sempre qualcosa di nuovo, evadendo da classificazioni di generi ed etichette.

I bdb sono: Andrea Pietrangeli  (Voce, tastiere, chitarra ritmica), Andrea Inneo (Voce, basso), Lorenzo Pompili (Voce, chitarra solista) e Andrea di Antonio (Batteria).

Ingresso libero. Vi informiamo che per l’ingresso è prevista la tessera.

A cura di Fennel Factory

 

MUSICA E LABORATORI PER I PIÙ PICCOLI

 

“Contenti e s…tonati!”

Ore 17.00 – 19.00 – Biblioteca Centro Culturale Aldo Fabrizi

Piccole performance musicali con danze, canti e strumentario Orff  e concerto con Scuola primaria G. Palatucci, Associazione Genitori del 141 Circolo Didattico, Sebastiano Forte, Associazione MUS-E Roma Onlus, Orchestra diretta dal Maestro Fiorenzo Di Virgilio, I Coronati coro e beat diretti da Olivia e Dani J della Scuola secondaria F. Fellini.

A cura di Municipio Roma IV

 

“Un ponte in musica tra palco e realtà”

Ore 17.00 – Punto Luce Ponte di Nona di Save the Children

Evento dedicato ai bambini e ai ragazzi con l’associazione musicale Scipasagi e le band musicali del territorio.

A cura di Save the Children

Per altre  informazioni  www.festadellamusica.beniculturali.it

 

“Ragazzi all’opera”

ore 17.30-19.00 – Biblioteca Gianni Rodari

Letture a tema presso la Biblioteca Gianni Rodari per bambini e famiglie. In preparazione allo spettacolo del Don Giovanni di Mozart in programma per OperaCamion.

A cura di Biblioteche di Roma

 

“Juniorchestra Start”

Ore 18.00 – 19.00 – Spazio Risonanze dell’Auditorium Parco della Musica

Lezione interattiva del corso strumentale JuniOrchestra start dedicato a bambini dai 6 ai 10 anni.

I partecipanti saranno introdotti al linguaggio della musica, conosceranno strumenti come il contrabbasso, il fagotto, il corno e potranno provare a suonarli con i docenti dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

A cura di Accademia Nazionale di Santa Cecilia

 

“Musica in ogni luogo”

Ore 18.00 – 20.30 – Musei di Villa Torlonia

Il piccolo coro Kol Rina della scuola Soglian di Olgiata con il Coro Meraviglioso delle Maestre presentano brani di canto popolare e moderno, i piccoli fanno parte della Galassia dell’Antoniano e hanno nel loro repertorio molti brani dello Zecchino d’Oro.

A cura dell’Associazione Kol Rinà

 

 “Festa del Parco della Musica Castrense”

ore 18.30-20.30 – Biblioteca Nelson Mandela

Nella biblioteca Nelson Mandela, concerto per archi con il M° Luca Traietto e l’ensemble di archi Le Mille Corde e l’Orchestra Piccoli Amadeus. Su viale Castrense, completamente pedonalizzato, iniziative sportive e musicali.

A cura di Biblioteche di Roma e con il patrocinio del Municipio VII, in collaborazione con i comitati e delle associazioni del coordinamento SMS (San Giovanni Mobilità Sostenibile).

 

 “L’Atlante di GiocaJazz”

Ore 18.30 – 20.00 – Auditorium Parco Della Musica, Cavea

Un grande concerto per tutti ma soprattutto per i bambini che potranno cantare con l’orchestra di Massimo Nunzi formata da ben 14 musicisti, tutte le canzoni che hanno imparato durante i concerti della serie GiocaJazz, che si sono tenuti all’Auditorium durante l’inverno.

GiocaJazz è un progetto per tutti, dove la musica è raccontata, vissuta e spiegata ai bambini dai 4 ai 12 anni.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

A cura della Fondazione Musica Per Roma

 

“San Carlino in Musica!”

Ore 18.30 – 21.30 – Teatro San Carlino

Una serata in musica al Teatro San Carlino in compagnia del “Fabio Hammond Orfanelli quartet” che intratterrà il pubblico con un repertorio composto dai brani più famosi di swing italiano.

Ore 18:30 – 19:30 Laboratorio musicale “Ritmiamo”

Ore 19:30 – 21:30 Concerto “Fabio Hammond Orfanelli quartet”

A cura del Teatro San Carlino

 

 

MUSICISTI CRESCONO

 

“Note d’estate, un amore di musica!”

Ore 17.30 – 19.30 – Biblioteca Pier Paolo Pasolini

Festa della Musica 2017. Kermesse Musicale con Arts and Music school, Corale Polifonica  Laurentum San Romualdo, Coro P.A.C.A.O.

A cura di Sistema delle Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale

 

“Spazio ai musicisti”

Ore 18.00 – 24.00 – Conservatorio di musica “S. Cecilia” di Roma

Sul prestigioso palco della Sala Accademica del Conservatorio si alterneranno in diverse formazioni musicali, dal solista alla musica da camera, i migliori studenti del Conservatorio.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

A cura del Conservatorio di musica “S. Cecilia” di Roma

 

 “Aspettando Don Giovanni”_ Opera Camion

Ore 18.00 – 19.00 – Biblioteca “Vaccheria Nardi”

La Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma in collaborazione con i cantanti del progetto “Fabbrica”, porterà negli spazi della Biblioteca “Vaccheria Nardi” un programma di ouverture, arie e interludi strumentali da alcune delle opere più belle del repertorio.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

A cura della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma e del Sistema delle Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale

 

“Street Music”

Ore 18.00 – Giardini del Colosseo

Street music in un luogo simbolico come Colosseo/Arco di Costantino con i ragazzi musicisti dei Nuclei del Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili in Italia Onlus.

I Nuclei del Sistema che partecipano sono:

Musica Bene Comune (Roma)
Progetto Musica MAES – Miscellanea Arte e Scienza (Roma)
Collegium Musicum e Giovani Filarmonici Pontini (Latina)
Sonora Junior Sax (Avellino)

Il Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili in Italia Onlus, da alcuni anni, sta portando avanti un progetto rivoluzionario nel campo dell’educazione e formazione musicale per i bambini e i ragazzi sia in età prescolastica che in fascia scolastica.

Sono già oltre 15.000 bambini e ragazzi che partecipano alla crescita di questo importante progetto sociale, riuniti in più di 70 Nuclei distribuiti in 17 Regioni italiane.

A cura del Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili in Italia Onlus.

Per altre  informazioni  www.festadellamusica.beniculturali.it

 

“Piccoli talenti in concerto”

Ore 18.00 -19.10 – Chiesa di San Nicola da Tolentino

Gli allievi della scuola Musicali “Sfumature”, bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, eseguono brani scelti da un repertorio classico e moderno.

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

A cura di Ambasciata della Repubblica d’Armenia – Nelli Hakobyan e Diana Gabrielyan

 

 “Porte Aperte a Villa Gordiani”

Ore 18.30 – 20.30 – Scuola Popolare di Musica di Villa Gordiani

18.30 -19.30: esibizione delle band di allievi (pop-rock)

19.30-20.30: laboratorio di percussioni aperto al pubblico che potrà cimentarsi in un’esperienza musicale intuitiva.

A cura di Scuola Popolare di Musica di Villa Gordiani

 

“Testaccio in Musica”

Ore 18.30 – 23.30 – Ex Mattatoio di Testaccio

Un viaggio tra le poetiche dei diversi generi musicali e tra le proposte didattiche della Scuola Popolare di Musica di Testaccio.

ore 18.30 – Impro Jazz Ensemble diretto da Roberto Nicoletti

ore 21.00 – Orchestra di Organetti della Spmt diretta da Alessandro Parente

ore 22.00 – Ensemble di chitarre diretto da Massimo Nardi

ore 22.50 – Modern Piano a cura di Carlo Cittadini

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

A cura della Scuola Popolare di Musica di Testaccio

 

“Jazz Oltre Night”

Ore 19.00 – 24.00 – Casa del Jazz

Concerti di allievi e docenti dei corsi di musica “Jazz Oltre”

Ore 19.00 (sala concerti della Casa del Jazz)

“Sicily Jass” di Michele Cinque (73′, Italia, 2015)

Documentario su Nick La Rocca, presentazione a cura di Andrea Polinelli.

ore 20.30 (parco della Casa del Jazz)

“Jazz Oltre Night” tre concerti alle ore 20.30, 21.30 e 22.30.

A cura di Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con il Conservatorio di Musica S. Cecilia

 

 “Voice and the City”_ I luoghi del canto

Ore 19.00 – 20.15 – Museo Napoleonico 

Dalle capitali europee con Mozart, Verdi e Rossini alla New York notturna del Blue Notes Jazz Club. 

Il concerto spazierà dal repertorio classico cameristico a brani d’opera tratti dai repertori storici per arrivare alle atmosfere del canto moderno con incursioni nel soul, nel blues e nel jazz e rivelerà un attento lavoro storico-stilistico e tecnico svolto all’interno del corso di canto del Liceo Musicale “Farnesina”. I cantanti e i musicisti sono tutti giovani artisti già inseriti nel mondo professionale.

Soprani: Désirée Giove, Elena Mele, Lavinia Martina Seitz

Tenore: Gabriele Sandi

Vocalist: Angelica Poletto, Asia Tamanti

Pianoforte: Gianmarco Tonelli, Alessandro Baccaro, Paolo Mari

A cura dell’Istituto Liceo Musicale “Farnesina” – Via dei Giuochi istmici, 64 Roma – e di M° Cristina Nocchi, docente di Canto

 

 “Insieme al Riverside”

Ore 20.00 – 24.00 – Riverside

Una serata tra diversi generi musicali con alcune Band della Scuola: si parte con il rock/jazz dei No One Direction (7 componenti); a seguire MISSunderstanding, band rock tutta al femminile (6 componenti); si prosegue con il jazz raffinato dei Kollektive Jazz (7 componenti); a finire il pop/rock dei Real Friends (6 componenti).

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

A cura della Scuola Musica ‘Insieme Per Fare’

 

“Suono al pianoforte” _ Marco Accardo

Ore 20.00 – 22.00 – Piazza Balsamo Crivelli

Il tredicenne Marco Accardo suona al pianoforte

 

“Bach e il suo tempo”

Ore 20.30 – 22.00 – Teatro di Villa Torlonia

I brani proposti dalla Roma Youth String Orchestra in questo concerto conducono in un “viaggio” in mondi musicali diversi, espressione di modi differenti di fare musica dei Maestri Georg Friedrich Händel Johann, Sebastian Bach e Domenico Scarlatti, accomunati dalla ricerca dello stile applicata alla musica strumentale. A essi va riconosciuto il titolo di grandi innovatori delle forme che affrontarono, benché abbiano operato in ambiti di corte costretti dalla tradizione.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo 060608.

A cura di Associazione Culturale Insieme Oltre la Musica

 

 

MARATONE MUSICALI

 

“Traiano suona il piano”

Ore 18.00 – 23.00 – Mercati di Traiano

Maratona di concerti pianistici ad opera di giovani musicisti dalla classica al jazz. Con Puwei Zheng, Luca Filastro, Silvia D’Augello, Virgilio Volante e con la partecipazione straordinaria di Francesco Taskayali.

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

A cura di Gaia Vazzoler e Matteo Ciampi

 

“Il Brigantaggio – I Figli del Vesuvio”

Ore 18.00 – 24.00 – Piazza del Campidoglio 

Gli alunni I Figli del Vesuvio (45/50 componenti) eseguiranno brani musicali attraverso i quali raccontano la storia del brigantaggio sud Italia.

A cura della Scuola Secondaria di primo grado “Massimo Li Pira” Nocera Inferiore (SA)

 

“Festa della Musica_Associazione culturale Pentagramma”

Ore 18:00 – 24:00 Largo di Pietralata (angolo via Castel Paterno)

Allievi ed insegnanti si esibiranno in vari generi musicali.

A cura di Associazione culturale Pentagramma

 

“Gruppi e cori musicali”

Dalle 18.00 alle 24.00 – Ristorante MITHOS

Gruppi e Cori Musicali vari

Per altre informazioni: www.festadellamusica.beniculturali.it

A cura di ComunitAppia

 

“The Barber Shop Ladies Quartet“

Ore 18.00-24.00 – Galleria Edarcom
Gruppo a cappella

Per altre  informazioni  www.festadellamusica.beniculturali.it

A cura di ComunitAppia

 

“Porte Aperte Musica Live No Stop”

ore 18.00 – 24.00 – Biblioteca Fabrizio Giovenale

MUSICA LIVE NO STOP. Otto gruppi:  Bianco & Nero, Duo Riccardo e Simone, Picarus, Coro Contilli, Kalimnos, Cororaro, 4 note per strada, CIP Orchestra. Si alterneranno partendo dalla musica di strada passando per il reggae, pop, rock e rhythm&blues, arrivando alle calde sonorità del funky jazz e della musica popolare, etnica e dei cantautori italiani.

Festa della Musica 2017, al Palazzo delle Esposizioni la Sweetwater Jazz Band

IMG_4299
Mercoledì 21 giugno il Palazzo delle Esposizioni partecipa alla Festa della Musica 2017 con tre concerti della Sweetwater Jazz Band che si terranno alle 18.00, alle 20.00 e alle 22.00 sulla grande scalinata d’ingresso.

Quintetto Jazz diretto e fondato dal Maestro Michael Supnick, la Sweetwater Jazz Band (Michael Supnick: tromba e voce; Sebastiano Forti: clarinetto e voce; Sergio Picarozzi: banjo; Paolo ”Bruto” D’Amore: basso tuba; Giovanni Campanella: percussioni) proporrà un repertorio dixieland molto coinvolgente e divertente.

La band, dedicata a Louis Armstrong, nasce nel 1996 con l’intento di riproporre il repertorio dei piccoli gruppi di New Orleans che suonavano tra il 1910 e il 1927. Il repertorio si ispira allo stile delle piccole orchestre che si incontravano nelle strade di New Orleans, alle “street parade”, che venivano utilizzate per feste pubbliche come il Mardì Gras, manifestazioni, matrimoni, e anche a scopo pubblicitario come per l’arrivo o la partenza di un battello, campagne elettorali o l’apertura di un nuovo locale.

La Festa della Musica 2017
Il 21 giugno 2017 Roma festeggia la musica. Artisti, studenti, musicisti e amanti delle note potranno ascoltare, suonare, cantare, divertirsi, organizzare concerti in piazze, cortili, strade, parchi. Chi aprirà la finestra e canterà a squarciagola la sua canzone preferita. Chi organizzerà un live in un luogo della città. Tutta Roma farà musica! Nella sua 32esima edizione europea, la Capitale dà il via ad una Festa della Musica del tutto nuova. Se in questa edizione parteciperanno come di consueto enti e istituzioni sia pubbliche che private, la novità è che per la prima volta tutti i cittadini avranno la possibilità di fare musica in città.

Per il programma completo
http://www.festadellamusicaroma.it

Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194, Roma
http://www.palazzoesposizioni.it

 

#EVERYCHILDISMYCHILD: gli artisti contro la guerra in Siria

B531638F-7444-474F-BDD9-4B97D86A1A27.jpg

All’indomani del disastroso attacco chimico del 4 aprile 2017 a Khan Shaykhun in Siria, un gruppo di artisti e cittadini ha postato un video in cui ciascuno, mostrando l’hashtag #EVERYCHILDISMYCHILD, richiedeva con urgenza l’intervento diplomatico degli organismi internazionali a tutela dei bambini nei territori di guerra.
A quella iniziativa hanno aderito artisti e personaggi pubblici, scrittori, attori, registi, autori, musicisti, atleti; il loro impegno è proseguito con l’obiettivo di svolgere attività per finanziare progetti a sostegno dell’infanzia proprio in quelle aree di crisi.

Ieri mattina, presso la Casa del Cinema a Roma, alcuni di loro hanno incontrato la stampa per presentare i progetti nel frattempo avviati nel frattempo. Sono: Roberto Angelini, Alessia Barela, Giulio Berruti, Fabia Bettini, Valeria Bilello, Marco Bonini, Andrea Bosca, Massimiliano Bruno, Paolo Calabresi, Giorgia Cardaci, Martina Colombari, Angela Curri, Tosca D’aquino, Tosca Titti Donati, Camilla Filippi, Diane Fleri, Anna Foglietta, Paolo Genovese, Lino Guanciale, Edoardo Leo,Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Edoardo Natoli, Vittoria Puccini, Marina Rei, Daniele Silvestri.

‘Noi non vogliamo essere un movimento – precisa la Foglietta, iniziatrice e presidente del collettivo – ma un pensiero che accompagni le persone durante la giornata e durante le loro attività. Vorremmo che pensassero che ogni bambino del mondo è il nostro bambino e che ci appartiene’.

Il primo evento in calendario è “Every child is my child – Live for Syria”: il 5 agosto a partire dalle 17.00 sino a notte inoltrata, nel meraviglioso Parco Archeologico di Vulci (VT), un incredibile insieme di artisti, attori, musicisti, cantanti, registi, scrittori, comici attenderà il pubblico per un raduno, una festa, un concerto e tanti laboratori. A proporre il luogo è stato il cantautore Daniele Silvestri: ‘Un posto molto bello, magico, decentrato, in cui creare il nostro mondo. Le adesioni sono state tantissime, con idee entusiasmanti: il cartellone è ancora un cantiere aperto con artisti e nomi che si stanno aggiungendo. Sarà molto di più di un concerto, un modo diverso per tutti noi di stare sul palco’.

Questi i nomi ad oggi confermati:
Alessia Barela
Alex Braga
Andrea Bosca
Andrea Rivera
Angela Curri
Anna Ferzetti
Anna Foglietta
Camilla Filippi
Caterina Guzzanti
Daniele Silvestri
Diane Fleri
Diego Mancino
Diodato
Edoardo Leo
Edoardo Natoli
Emma Marrone
Ermal Meta
Fabia Bettini
Fabrizio Bosso
Frankie HI-NRG MC
Gegè Telesforo
Giorgia Cardaci
Lillo Pasquale Petrolo
Lino Guanciale
Lorenzo Mercati
Marco Bonini
Marco D’Amore
Maria Lorena Cacciatore
Marina Rei
Matilda De Angelis
Max Bruno
Michela Cescon
Michele Riondino
Mirna Kassis
Otto Ohm
Paola Minaccioni
Paolo Genovese
Petra Magoni
PierFrancesco Favino
Red Daniele Novarini
Roberto Angelini
Stefano Fresi
Tiziana Tosca Donati
Tosca D’Aquino
Valentina D’Agostino
Valeria Bilello
Vinicio Marchioni
Vittoria Puccini
Wrongonyou

Rai Radio2 è partner dell’iniziativa: a sostegno dell’evento saranno realizzate 4 puntate speciali di ‘Non è un paese per giovani’ in versione estiva, condotta da Max Cervelli e Mauro Casciari dal lunedì al venerdì alle 12.

Tutto per un piccolo grande progetto concreto da realizzare insieme: la Plaster School, una scuola elementare per i bambini siriani profughi sul confine turco-siriano.

A Natale la casa editrice Salani pubblicherà una raccolta di storie vere e magiche incentrate sul tema della felicità e della preziosa spensieratezza nella prima parte della vita. Autori delle storie altri artisti aderenti ad Every Child: Claudio Bisio, Fedez, La Pina, Luca Argentero, Martina Colombari, Paolo Calabresi, Violante Placido.

In occasione della prossima edizione della Festa del Cinema di Roma, due gli appuntamenti: la tradizionale serata di raccolta fondi a Cinecittà in chiusura della Festa che coniuga cinema e solidarietà, ideata e promossa da Désirée Colapietro Petrini, quest’anno sarà dedicata ad un progetto benefico di Every child is my child in favore dei bambini siriani. Inoltre, nell’àmbito di Alice nella città, sezione autonoma e parallela dedicata alle giovani generazioni, esperti ed artisti terranno una serie di incontri e letture ad alta voce organizzati in collaborazione con Salani; questi incontri sono rivolti ai ragazzi e alle scuole per diffondere consapevolezza sul tema della guerra in Siria.

CD058B7E-1F52-409E-83AB-2CC856E9F450.jpg

 

Torna SUMMERTIME alla Casa del Jazz

IMG_4200.PNG

Dopo il grande successo di “Tiger Rag”, domenica 11 giugno, manifestazione ideata da Renzo Arbore, curata da Lino Patruno e dedicata a Nick La Rocca, torna SUMMERTIME, la rassegna estiva di concerti all’aperto nello splendido parco della Casa del Jazz. Un interessante e prestigioso cartellone conferma anche quest’anno la Casa del Jazz come luogo culturalmente sempre attivo e stimolante, punto di riferimento imprescindibile per il Jazz nella Capitale. Un cartellone che mescola star internazionali e italiane a musicisti meno conosciuti ed emergenti. Il tutto sotto il segno della assoluta qualità. In una cornice di assoluta bellezza e dalle condizioni acustiche senza eguali nella Capitale.
Apertura di Summertime mercoledi 21 giugno, con ingresso libero, in occasione della “FESTA DELLA MUSICA”, con la proiezione di “Sicily Jass – The world’s first man in jazz” di Michele Cinque, documentario su Nick La Rocca e con la JAZZ OLTRE NIGHT, un evento straordinario con i docenti e i migliori allievi dei corsi Jazz Oltre, organizzati in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia.
Venerdì 23 giugno, MASSIMO NUNZI & PERUGIA BIG BAND, con Andrea Tofanelli alla tromba e Massimo Morganti al trombone ospiti speciali, esploreranno in parallelo i suoni modernissimi del jazz orchestrale italiano degli anni 60, attraverso le sigle di Tv 7 , Rischiatutto, Brava e la musica del film Il Sorpasso e il repertorio dello stesso periodo dell’orchestra di Stan Kenton, che fu il calco da cui prese forma la famosa orchestra dei varietà televisivi del sabato sera che, per più di trenta anni, hanno intrattenuto e divertito l’Italia.
Sabato 24 giugno è la volta di uno straordinario duo, RITA MARCOTULLI, pianoforte e MINO CINELU, percussioni nato l’anno scorso al Festival di Berchidda e in questa occasione per la prima volta a Roma. Due celeberrimi e grandi artisti dalle evidenti affinità. Un concerto fantastico dove suoni dell’acqua e dedicati all’ acqua si alterneranno a brani originali.
Domenica 2 luglio, PIANO CITY MILANO, la celebre manifestazione per la prima volta arriva a Roma, per una giornata speciale di concerti di piano solo alternati in diversi spazi del parco, nel corso della quale si alterneranno, Enrico Giaretta, Vittorio Mezza, Francesco Gazzara, Arturo Stàlteri e Alberto Pizzo.
Lunedì 3 luglio, CHRIS POTTER TRIO. Chris Potter non ha bisogno di presentazione, tecnica stellare e versatilità, polistrumentista e compositore, è spesso citato da critici, musicisti e da un crescente numero di fan come il migliore sassofonista del suo tempo. Alla Casa del Jazz, Chris Potter si presenta, accompagnato da due straordinari musicisti, James Francies tastiere, pianoforte e il batterista Eric Harland, tra i più richiesti e stimati a livello mondiale oggi.
Martedì 4 luglio, doppio appuntamento: in apertura di serata, LUCA AQUINO “OverDOORS”. Luca Aquino è tra i musicisti italiani più richiesti e apprezzati all’estero, in
grado di proporre progetti sempre originali e differenti tra loro, collegati da un unico comune denominatore: un suono di tromba unico e immediatamente riconoscibile. Luca Aquino propone dal vivo il suo progetto OverDOORS, con Antonio Jasevoli alle chitarre, Dario Miranda al basso e Lele Tomasi ai tamburi. Profondamente ispirato dalla musica dei Ramones, Offspring e Stranglers il trombettista rivisita, a suo modo, i classici del repertorio dei Doors. A seguire, GREG BURK’S SOLAR SOUND Feat. ROB MAZUREK. La genesi di questo quartetto si può collegare al ricordo del Lunar Quartet di John Tchicai.Nel 2008 infatti Burk, Abrams e Carpentieri erano a fianco del sassofonista afrodanese, scomparso quattro anni dopo. Oggi il pianista Greg Burk riprende quel viaggio sonoro interrotto, invitando a bordo Rob Mazurek, ormai tra i nomi di punta della musica contemporanea. Affinità elettive artistiche, dunque, che naturalmente si ritrovano. Greg e Rob hanno composto materiale apposito per il gruppo, un repertorio aperto alla libera improvvisazione collettiva.
Giovedì 6 luglio, WILLIAM LENIHAN & MARC COPLAND QUARTET con Marc Copland, pianoforte, William Lenihan, chitarra, Francesco Puglisi, contrabbasso e Lucrezio de Seta, batteria. Una band che attraversa le lunghe strade del jazz e delle diverse musiche con suoni e idiomi che derivano da New York, St. Louis a Berlino. Il linguaggio e lo stile esibiti nella musica originale della band sono alla base del jazz moderno, ma si sente anche l’influenza del modernismo europeo, musicale e pittorico. Lenihan e Copland hanno sviluppato individualmente idiomi armonici, come altri musicisti di jazz prima di loro, dalle invenzioni di Stravinsky, Bartok e Webern, ma le profondità del jazz sono i loro veri punti di partenza.
Domenica 9 luglio, l’attesissimo ritorno di THE BAD PLUS, Ethan Iverson al piano, Reid Anderson al contrabbasso e David King alla batteria, da diversi anni uno dei gruppi più particolari e di successo della scena jazzistica mondiale che si contraddistingue per un repertorio che abbina loro composizioni originali, accanto a echi di Thelonius Monk e destrutturazione di successi pop. Da segnalare che questo è l’ultimo anno in cui Ethan Iverson farà parte del gruppo quindi l’ultima occasione per vederli insieme.
Lunedì 10 luglio, il trio PAOLO DAMIANI/ROSARIO GIULIANI/MICHELE RABBIA. Questo trio riunisce tre dei migliori musicisti italiani in assoluto e debutta alla Casa del Jazz, ma i tre solisti hanno spesso suonato insieme in diverse formazioni. In particolare , Damiani e Giuliani collaborano da tempo in duo, ed entrambi hanno sovente incrociato lo straordinario percussionista torinese.
Giovedì 13 luglio, UNICA DATA ITALIANA dello stellare quintetto di WOLFGANG MUTHSPIEL con Ralph Alessi, tromba, Gwilym Simcock , pianoforte, Larry Grenadier contrabbasso, Jeff Ballard, batteria e naturalmente Wolfgang Muthspiel, chitarra. Protagonista la musica del suo ultimo cd “Rising grace”(ECM) acclamatissimo dalla critica di tutto il mondo. Wolfgang Muthspiel è considerato uno dei chitarristi più influenti della sua generazione,30 dischi pubblicati documentano il suo lavoro come bandleader e co-leader. Il suo interesse per l’improvvisazione lo ha portato al jazz e ha collaborato con TrilokGurtu, Dhafer Youssef, YoussouN’Dour, Maria João, Dave Liebman, Peter Erskine, Paul Motian, Bob Berg, Gary Peacock, Don Alias, Larry Grenadier, John Patitucci, e molti altri. Oltre ai suoi progetti jazz, Muthspiel è attivo nella composizione per ensemble di classica e contemporanea.
Lunedì 17 luglio, sul palco gli OREGON con RALPH TOWNER, PAUL MCCANDLESS, MARK WALKER che festeggiano il loro trentesimo album (CAM JAZZ), il primo con PAOLINO DALLA PORTA al contrabbasso: e confermano tutta la loro impareggiabile, florida, ineffabile abilità creativa, una continua e fresca sorgente di musica che, ancora una volta, si rivela incantevole. Autentici precursori di world music, ancora estremamente freschi ed attuali.

Martedì 18 luglio, The JOHN SCOFIELD Uberjam Band, garanzia di una musica dal robusto impatto sonoro e ritmico. A fianco dell’autorevole leader c’è un secondo chitarrista, Avi Bortnick, un bassista elettrico, Andy Hess, e un instancabile macinatore di ritmi come DENNIS CHAMBERS di nuovo live con Scofield dopo quasi 30 anni! Musicista dalla inequivocabile cifra stilistica, John Scofield è protagonista sin dalla fine degli anni Sessanta di una carriera artistica multiforme, scandita da progetti diversi per impianto strumentale e a cui piace sperimentare, rimettersi continuamente in gioco; la sua collaborazione di metà anni Ottanta con Miles Davis continua ad essere un punto fermo nel suo percorso evolutivo.
Venerdì 21 luglio, per la prima volta alla Casa del Jazz il grande BILL FRISELL con il suo Trio. La collaborazione di Frisell con i musicisti con cui forma il trio, Tony Scherr al basso e Kenny Wollesen alla batteria, ha molti anni alle spalle. Ha detto Frisell: “Il mio trio con Tony Scherr and Kenny Wollesen è probabilmente il gruppo più spontaneo e flessibile con cui io abbia mai suonato. Insieme a loro il programma del concerto può sempre cambiare, dipende dall’umore del momento, dal luogo, dal pubblico, da quanto abbiamo viaggiato, mangiato, dormito nelle ultime ore. Non programmiamo mai la scaletta del concerto. Con Tony and Kenny ho il piacere di suonare solo quello che mi viene in mente in quel dato momento. Può essere musica da qualunque dei miei album, brani standard, canzoni pop, folk, qualsiasi cosa. Questi musicisti mi ispirano e mi pongono una sfida ogni volta in cui suoniamo insieme”. Non è certamente sbagliato affermare che Bill Frisell è uno beniamini della chitarra tout – court. Il più prolifico e ispirato chitarrista-compositore odierno, l’unico capace di attraversare i generi senza perdere identità e stimoli creativi continua il suo viaggio attorno alla musica.
Sabato 22 luglio, TANOTRIO feat. KENNY WERNER, un quartetto con Kenny Werner, pianoforte, Daniele Germani, sax alto, Stefano Battaglia, contrabbasso e Juan Chiavassa, batteria. TanoTrio è una formazione nata nell’autunno del 2016 a Boston (USA). Propone un jazz dalla forte influenza melodica e chiara è la contaminazione da parte del free jazz e della musica classica contemporanea europea e statunitense. Il repertorio presenta brani originali e rivisitazioni di standard della tradizione jazzistica americana che spaziano da John Coltrane, Wayne Shorter, Ornette Coleman al giorno d’oggi. La risultante è un continuo susseguirsi di armonie, melodie, giochi ritmici che possono confluire in temi, canovacci prestabiliti o dare vita a vere e proprie composizioni estemporanee. In questo concerto al trio si aggiunge Kenny Werner, considerato uno dei più interessanti e particolari pianisti della scena internazionale.
Domenica 23 luglio, BOKANTE’, il nuovo progetto creato dal fondatore e leader della band rivelazione di questi ultimi anni SNARKY PUPPY, Michael League, che affonda le radici tra il Delta del Mississippi e il deserto africano. Bokanté significa “Scambio” in creolo, la lingua della giovane cantante Malika Tirolien, cresciuta nell’isola caribica di Guadalupa. Otto musicisti provenienti da quattro diversi continenti che portano sul palco la propria conoscenza e la propria tradizione. Con due Grammy Award e un implacabile successo planetario League torna a rimettersi in gioco esordendo con un progetto che promette essere esplosivo
Mercoledì 26 luglio, ancora un doppio concerto ma targato ALFA MUSIC, intraprendente etichetta romana con la collaborazione con la Reale Ambasciata di Norvegia a Roma: in apertura il progetto TRAVEL, Marit Sandik, voce, Maurizio Giammarco, sax, Fulvio Sigurtà, tromba, Eivind Valnes, pianoforte, Raffaello Pareti contrabbasso, Maurizio Picchiò batteria. Le composizioni di ”Travel” sono di Sandvik. Sono composizioni melodiose e ritmiche, un jazz moderno con richiamo sia alle tradizioni jazz americane che europee, ma anche alla musica brasiliana. Seguirà il PASQUALE INNARELLA QUARTET una realtà attiva già da diversi anni, che presenta “Migrantes”. Il concerto sarà dedicato al contrabbassista PINO SALLUSTI, recentemente scomparso. Pasquale Innarella unisce nel suono dei suoi sassofoni improvvisazione radicale e senso melodico in una fusione stretta e vivace, animata da un equilibrio tutto personale tra questi due poli. La costruzione del quartetto segue un principio analogo.
Venerdì 28 luglio, CHARLES LLOYD QUARTET feat. Gerald Clayton, Reuben Rogers & Eric Harland. Charles Lloyd è uno dei più grandi sassofonisti viventi, un’autentica leggenda. Nato a Memphis negli anni Trenta, una delle capitali del blues, vanta collaborazioni variegate: Cannonball Adderley, Eric Dolphy e Ornette Coleman, ma anche e i Doors, i Beach Boys e Howlin’ Wolf. Fin da giovane è stato attratto dalla musica classica contemporanea e la sua opera ha spaziato negli anni dal gospel all’avanguardia jazzistica, senza tralasciare una certa fascinazione per l’esotismo nella scelta della strumentazione e dei timbri. Lloyd concepisce il sassofono come estensione della vocalità umana e il suo canto è un centro di gravità per il gruppo, di grande impatto lirico. Lloyd è anche noto per aver lanciato le carriere di molteplici pianisti, Keith Jarrett e Michel Petrucciani, quindi il ruolo di Gerald Clayton nel quartetto assume una particolare valenza.
Martedì 1 agosto, PETER ERSKINE is Dr. Um. Un’autentica icona del jazz mondiale, uno dei protagonisti della storia della musica moderna, uno dei batteristi più completi. In qualità di leader scrive splendide pagine musicali, le sue collaborazioni si susseguono nel corso degli anni nutrite da altrettanti nomi fondamentali del panorama musicale. Dr. Um è il titolo del suo più recente cd uscito per la Fuzzy Music, acclamato dalla critica mondiale, in cui Erskine esplora le sonorità R&B e Fusion che lo hanno visto protagonista assoluto degli anni ’80.
Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, tutto esaurito, ritorna, giovedì 3 agosto, la SWING NIGHT, quest’anno con PIJI IN CONCERTO e tanti altri ospiti. A bordo della mitica DeLorean di “Ritorno al Futuro” – passando dal 2017 agli anni Quaranta e viceversa – Piji viaggia dal vivo tra rivisitazioni swing di brani storici e brani originali, verso un modo completamente nuovo di fare musica, praticamente ancora sconosciuto in Italia: l’electro swing, che Piji e la sua band pensano in una chiave molto suonata, con la forza delle nuove timbriche elettroniche e l’improvvisazione jazzistica, la canzone d’autore e il jazz manouche.
Chiuderà l’edizione 2017 di “Summertime” alla Casa del Jazz, lunedì 7 agosto, ADA MONTELLANICO che, con il suo quintetto, presenterà il suo nuovo cd, “Abbey’s road, omaggio a Abbey Lincoln”. Ada Montellanico presenta questo omaggio con estrema originalità ed empatia mettendo in risalto la forza narratrice delle composizioni della Lincoln ed esaltando quello che è il carattere africano della suo mondo sonoro e la sua profonda trasgressività. La scelta di creare una band atipica, dona a questa particolare formazione un sound energico e coinvolgente, esaltato dagli arrangiamenti curati dal grande trombettista Giovanni Falzone. A loro si uniscono alcuni degli astri nascenti del jazz italiano: Matteo Bortone al contrabbasso, vincitore del Top Jazz 2015, Filippo Vignato al trombone, vincitore del Top Jazz 2016 e Ermanno Baron alla batteria.
Da segnalare inoltre 2 serate all’insegna della canzone d’autore più sofisticata. Saint Louis Management presenta questi 2 appuntamenti: mercoledì 19 luglio, BUNGARO, per celebrare 25 anni di carriera, presenterà “Maredentro Live” che raccoglie i brani più significativi del suo repertorio, oltre ad una strepitosa versione de “L’ombelico del mondo/ Lu viddiccu di lu mundu”, adattata nel testo e cantata in dialetto brindisino sua terra di origine. Per la prima volta canta e pubblica canzoni indimenticabili in una chiave totalmente inedita e originale. Durante il concerto, ospite il sassofonista ROSARIO GIULIANI.
Lunedi 24 luglio, con il contributo di Engel & Voelkers, JOE BARBIERI, uno dei più apprezzati talenti italiani: scoperto da Pino Daniele, che ne è stato il primo produttore, nel corso della sua carriera ha collaborato – tra gli altri – con Gianmaria Testa, Omara Portuondo, Stefano Bollani, Stacey Kent, Fabrizio Bosso, Jorge Drexler, Hamilton De Holanda, Peppe Servillo e Luz Casal. Joe Barbieri presenterà, ”Origami” un disco intimo, coinvolgente, uscito in questi giorni ad oltre due anni di distanza dal precedente. Joe Barbieri firma il suo quinto album di inediti in cui sono raccolte 11 canzoni, alle quali prendono parte alcune eccellenze della musica italiana, come Paolo Fresu.
E un’anticipazione:
Sabato 23 settembre, la Casa del Jazz ospiterà il concerto conclusivo di Una Striscia di Terra Feconda, Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate, direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan con la prima nazionale del vincitore del Premio Siae 2016, GABRIELE EVANGELISTA QUARTET: Gabriele Evangelista contrabbasso Pasquale Mirra vibrafono, Gabrio Baldacci chitarra, Bernardo Guerra batteria e la produzione originale,Residenza D’Artista franco italiana, “F.A.R.E.”: FOURNEYRON/ARCELLI RESIDENCE ENSEMBLE Fidel Fourneyron trombone, composizione, Cristiano Arcelli alto sax, composizione (vincitore del concorso nazionale di MIDJ –Associazione nazionale musicisti di jazz), Francesco Diodati chitarra, Matteo Bortone contrabbasso, Bernardo Guerra batteria.

Durante Summertime sarà in funzione anche il servizio bar/ristorazione.

Biglietti in vendita su http://www.ticketone.it

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale:
http://www.casajazz.it

 

 

 

Premi Anna Magnani 2017 per Foglietta, Turci, Borghi e Montaldo

IMG_2628.JPG

Nella suggestiva cornice del Teatro di Villa Torlonia si è svolta quest’oggi la quarta edizione del Premio Anna Magnani, evento ideato da Matteo Persica e organizzato da Francesca Pignatelli per omaggiare una grande artista teatrale e cinematografica come Nannarella, a 61 anni dalla vittoria dell’Oscar come migliore attrice per ‘La rosa tatuata’. A condurre la serata ci sono stati Emanuela Titocchia e Matteo Piazza. Il Premio è rivolto a personaggi del cinema, della musica, del teatro, della cultura, che si sono distinti per le loro notevoli capacità artistiche. La serata è stata accompagnata da una mostra fotografica dedicata all’attrice romana a cura della Cineteca nazionale, allestita nella serra del Teatro, e dalla visione del documentario ‘Italiani- Anna Magnani, dalla luna con amore’ di Simona Fasulo. Numerosi i premiati e gli ospiti in sala. Il Premio Anna Magnani International alla carriera è andato al regista e sceneggiatore Giuliano Montaldo, attuale presidente dell’Ente David di Donatello, che ha raccontato l’importanza che ha rivestito la Magnani nella sua gioventù vissuta a Genova, e che ha condiviso il Premio ricevuto con la sua amata compagna di vita e di professione, Vera Pescarolo. Il Premio Anna Magnani musica è stato conferito invece a una grintosa e in formissima Paola Turci, che ha svelato, divertita, il suo pseudonimo, ‘La Magnani’, utilizzato in un programma che conduce in radio da diversi mesi, oltre che l’amore che da sempre nutre per la forza e la grinta dell’attrice romana. Inoltre la Turci ha raccontato di aver scritto per la prima volta una canzone in romanesco, dedicata ad Anna Magnani, che è presente nel suo nuovo album, che uscirà a breve. Premio Anna Magnani per la migliore attrice è andato alla brava Anna Foglietta, che ha giustamente ricordato come lavorare con passione sia nel suo lavoro la cosa più importante e come per diventare una brava attrice sia necessario fare tantissima gavetta. Premio al miglior attore è stato assegnato ad un commosso Alessandro Borghi, biondissimo per il suo ruolo nella serie ‘Suburra’: reduce da un importante premio a Berlino, l’attore è stato premiato da Michele Vannucci, regista del suo ultimo film ‘Il più grande sogno’, che ne ha esaltato il talento e la grande disponibilità sul lavoro. Menzione speciale per teatro cabaret e romanità, invece, per il comico Antonio Giuliani, che si è esibito sul palco in alcuni dei suoi simpatici sketch. Il Premio per il make up è stato conferito a Gennaro Marchesi, che  festeggia 30 splendidi anni alla carriera ed è stato premiato dall’amica attrice Roberta Giarrusso. All’attrice Michelle Carpente è stato attribuito il premio rivelazione, mentre quello alla carriera è stato assegnato ad una sempre frizzante Fioretta Mari, che ha avuto l’onore di conoscere la Magnani a teatro e che porta sempre con sé ciò che l’attrice le ha insegnato, ovvero di non perdere mai l’ironia e la sincerità. A Emanuele Carioti, invece, la menzione speciale per il giornalismo web e TV, mentre a Pietro Innocenzi quella alla carriera per la produzione. Innocenzi, premiato da Saverio Vallone, ha esaltato la forza dei nostri giovani attori italiani e l’importanza della figura della Magnani, oltre che dell’intero cinema italiano, all’estero. Giancarlo Governi, che ha scritto la celebre biografia della Magnani dal titolo ‘Nannarella’, è stato invece insignito del premio alla carriera per il giornalismo.

Alberto Leali

B94D45D2-A488-46CE-8A5F-0EB8BD9186A1.jpg